Si è svolta martedì 10 dicembre 2020 presso i locali dell’ICOTEA HUB, a Modica, la sessione invernale della laurea in Scienze della Mediazione Linguistica di ICOTEA, Scuola Superiore con diverse sedi, in Sicilia, a Milano e a Roma. Sono stati ventidue gli studenti che al termine del percorso di studi hanno raggiunto l’agognato traguardo finale, conseguendo la laurea e diventando dottori in Scienze della Mediazione Linguistica. Studenti provenienti da diverse regioni italiane, accompagnati da parenti e familiari, loro testimoni in un giorno indimenticabile. La commissione di laurea è stata composta dalla rettrice Luciana Barone, professoressa di Diritto dell’Unione Europea; dal professore Lucio Melazzo, docente di Glottologia e Linguistica presso l’Università degli Studi di Palermo e presente nelle vesti di Commissario; dall’avvocato Loredana Calabrese, docente di Diritto Privato; dal dott. Salvatore Puccia, docente di Scienza delle Finanze; dal professore Salvatore Guastella, docente di Organizzazione Aziendale; dall’avvocato Giovanni Francesco Fidone, docente di Diritto Amministrativo e dal professore Calogero Insalaco, docente di Informatica. Significativa la scelta della sede, l’ICOTEA HUB, un complesso in costruzione dalla superficie di 7000 metri quadrati, che entro il 2020 ospiterà il Polo Universitario di ICOTEA a Modica. Tra le tesi più richieste, quelle relative al teatro dell’assurdo di Beckett e quella sulla figura del mediatore linguistico in Italia. La laurea in Scienze della Mediazione Linguistica rappresenta un percorso di studi completo, della durata di tre anni e che riconosce 180 crediti formativi, consentendo allo studente di acquisire una formazione culturale e linguistica di alto livello in almeno due lingue straniere (Inglese e Francese). Un corso di laurea, in cui sono presenti inoltre materie giuridiche ed economiche che assicura una preparazione di alto livello allo studente. Il Corso di Laurea, inoltre, assicura l’assunzione di competenze linguistiche tecnico-settoriali, sia verbali che scritte, indispensabili all’esercizio della professione di mediatore linguistico. A conclusione del percorso formativo, il laureato in Scienze della Mediazione Linguistica (L-12) otterrà un titolo di studio del tutto equipollente al Diploma di Laurea rilasciato dalle Università, ai sensi del D.M. n. 38 del 10/01/2002. Inoltre, innumerevoli gli sbocchi per i laureati in Scienze della Mediazione Linguistica. Tra questi, la possibilità di lavorare in agenzie di traduzione o mediazione oppure come guida o accompagnatore turistico. Un percorso completo che facilita senza dubbio l’inserimento lavorativo e consente ai neolaureati di immettersi immediatamente nel mondo del lavoro, oggi sempre più alla ricerca di nuove conoscenze e competenze.

Modica Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica: una giornata da ricordare

| Attualità, Cultura, News |
About The Author
-