Mangiafico: “Più tamponi, più laboratori autorizzati, più linee telefoniche, il virus non aspetta la burocrazia” |

A valle delle più recenti dichiarazioni del Capo della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli, sul territorio della provincia di Siracusa interviene Michele Mangiafico, ex vicepresidente del Consiglio comunale: “Il virus corre più velocemente della nostra burocrazia. È questa una delle criticità, emersa dalle parole del capo della Protezione Civile nazionale, che siamo chiamati ad affrontare, soprattutto nel nostro territorio. Anzitutto, penso al novero dei laboratori autorizzati per refertare i tamponi che provengono dai nosocomi della provincia di Siracusa. Da informazioni desunte all’interno del reparto di malattie infettive dell’Umberto I, attualmente i laboratori autorizzati più vicini sono solo due e a Catania. Ciò determina una lungaggine del procedimento che va a scapito del tempo in cui si viene a conoscenza dello stato di salute del paziente e, quindi, si adottano le iniziative conseguenti. È necessario allargare la platea dei laboratori autorizzati”.

“In secondo luogo, il mio pensiero va all’oggettiva carenza di dispositivi di protezione individuale – continua Michele Mangiafico – che mi è stata manifestata sia dalla categoria degli infermieri, sia all’interno dello stesso ospedale Umberto I. Mi auguro che tutte le forze che hanno autenticamente a cuore questa battaglia per la tutela della salute, ivi comprese quelle provenienti dalle istituzioni locali e dall’associazionismo diffuso, si attivino concretamente per donare agli operatori sanitari quanto più materiale possibile per equipaggiare medici, paramedici, personale infermieristico”.

“Infine – conclude Mangiafico – devo rappresentare purtroppo le segnalazioni che mi provengono dai medici di base relativamente all’insufficienza delle linee telefoniche che afferiscono al numero 484980 dedicato alle comunicazioni con il dipartimento epidemiologico e di prevenzione di Siracusa, con allarmanti difficoltà di conferire che rallentano gravemente il lavoro dei medici di base del nostro territorio. Tutto ciò non possiamo permettercelo. Tutte le istituzioni coinvolte in queste criticità – Regione, Amministratori locali, Azienda Sanitaria provinciale – una volta individuati i problemi, intervengano nel tempo più celere possibile perché, ripeto e non sono parole mie, il virus corre più veloce della nostra burocrazia”.

Mangiafico: “Più tamponi, più laboratori autorizzati, più linee telefoniche, il virus non aspetta la burocrazia” |

About The Author
-