Emergenza Coronavirus, “Ridurre gli orari delle attività commerciali” |

“In questi giorni di scrupolosa applicazione delle misure di contenimento del contagio, continuo a guardare con sofferenza ai numeri che provengono dai territori del nord del nostro Paese e, allo stesso tempo, cerco di comprendere quali iniziative sia utile intraprendere per arginare e contenere gli effetti dell’epidemia nella nostra isola. Il decesso di due dipendenti delle Poste Italiane in provincia di Bergamo alza l’asticella dell’attenzione verso la tutela di tutte le categorie a contatto con il pubblico. E’ evidente come la luce del sole che è necessario ridurre gli orari dei servizi ritenuti necessari dal decreto nazionale per ridurre il rischio stesso di contagio per le persone che operano nell’ambito di questi servizi”. A parlare è Michele Mangiafico, in questi giorni particolarmente attivo a Siracusa nell’indicare iniziative volte al contenimento del rischio di contagio.

“E’ pregevole l’iniziativa assunta a Roma di anticipare la chiusura di tutte le attività, per cui il decreto nazionale dispone l’apertura, alle ore 19 e, per quelle per cui dispone la possibilità di apertura domenicale, alle ore 15 – afferma l’ex vice-presidente del Consiglio comunale della città aretusea – Si tratta di misure dettate dal buon senso perché in questo momento ogni iniziativa volta al distanziamento sociale e alla tutela della salute dei cittadini, a prescindere dall’attività lavorativa che svolgono, va intrapresa. Anche perché ormai, al calare della sera, le strade sono deserte e gli stessi cittadini possono evitare di uscire per fare la spesa o comprare beni di consumo”.

“Invito il Sindaco di Siracusa, Francesco Italia, alla chiusura di tutti i mercati rionali cittadini e intraprendere ogni iniziativa utile a livello regionale affinché – conclude Michele Mangiafico – le attività commerciali per l’approvvigionamento della spesa e per l’acquisto di beni di consumo vengano chiuse alle 18,30 e in modo che anche i lavoratori impiegati presso Poste e Banche abbiano orari e giorni ancora più ridotti rispetto a quelli attuali, limitandosi solo alla mattina e ai giorni dispari”.

Emergenza Coronavirus, “Ridurre gli orari delle attività commerciali” |

About The Author
-