Formazione continua assistenti sociali.
Piccoli eroi dei giorni nostri. Formazione ed esperienza.
Sono dei piccoli eroi dei giorni nostri, dal pubblico al privato che maturano negli anni
un’esperienza ed una lettura della natura umana dar far paura. A ciò li accompagna una
formazione continua.
Ogni attività formativa rilascia dei crediti che devono essere almeno 60 in tre anni.
Non c’è più, a differenza del passato, l’obbligo di conseguirne almeno 10 l’anno, ovviamente, è
raro trovare addetti che stiano a secco di CF per un anno intero.
Di questi almeno 15 devono riguardare la deontologia/etica professionale.
Le attività si svolgono in giorni festivi, solitamente il sabato, per non intaccare il lavoro degli
assistenti sociali, ciononostante è possibile richiedere congedi, ovvero certificati di
partecipazione, per fini lavorativi in ogni attività.
Anche i disoccupati devono seguire questi corsi. Stessa regola per gli inoccupati o attivi in altri
lavori.
La formazione è importante e non sono previsti esoneri all’infuori da quelli riguardanti i diritti dei
lavoratori, ad esempio maternità/congedo parentale o problemi di salute.
A cui si aggiungono casi di forza maggiore, come la sospensione di almeno sei mesi dell’attività
professionale o il trasferimento all’estero.
A ciò si aggiunge, ovviamente, l’esperienza che si matura nel lavoro quotidiano. Di cui presto
avrete sulla nostra testata un approfondimento dedicato.
Vincenzogiuseppe Perricone

Assistenti Sociali formazione ed esperienza

| Attualità, Cultura, News |
About The Author
-