49 AVVOCATI DELLA ZONA SUD: TRIGONA PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS

Quarantanove avvocati della zona sud della provincia di Siracusa scendono in campo con una dettagliata nota indirizzata ai vertici istituzionali di tutti i livelli dell’architettura dello Stato per chiedere che l’ospedale Trigona di Noto venga urgentemente destinato al contrasto dell’emergenza insorta a seguito della pandemia da Coronavirus. L’analisi della struttura ubicata a piano alto della cittadina barocca è impietosa dal punto di vista dell’evidenza del numero di spazi rimasti liberi a seguito delle progressive riforme sanitarie degli ultimi anni. Piano per piano, reparto per reparto, i giuristi firmatari del documento giungono alla conclusione che sono circa 325 i posti letto disponibili e che non avrebbe alcun senso che la Regione Siciliana guardasse altrove per cercare gli spazi utili a fronteggiare l’emergenza. Soprattutto se questi spazi, a fronte della disponibilità di locali pubblici, dovessero provenire da ambienti privati, nuove e costose locazioni se non addirittura imbarcazioni fronte costa, come paventano gli avvocati della zona sud. “Il documento arriverà al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Presidente della Regione e all’Assessore Regionale alla Salute – spiega l’avvocata Concita Gallo – per ottenere al minimo la riapertura della rianimazione. Si tratta di una battaglia di civiltà”. “La pandemia che giorno per giorno cresce anche nella nostra terra – conclude l’avvocata Stefania Morana – ha risvegliato in noi la consapevolezza che esiste a Noto una struttura ospedaliera, complessa e ben dotata, in grado di far fronte alle sempre più imminenti esigenze di ricovero”.

Michele Mangiafico

49 AVVOCATI DELLA ZONA SUD: TRIGONA PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS

About The Author
-